AstroPi Challenge

astro_pi_logo_web-300px-261x250La Scuola Secondaria I grado GB Scalabrini di Fino Mornasco e la Scuola Primaria Giovanni XIII di Luisago (entrambe fanno parte dell’Istituto Comprensivo Statale di Fino Mornasco) sono state selezionate tra i trenta partecipanti italiani all’AstroPi Challenge, in collaborazione con l’ESA (European Space Agengy), che permetterà ai migliori di inviare sulla ISS (International Space Station) i programmi preparati dai team scolastici.

schermata-del-2016-11-24-18-09-06Il progetto del team Senior prevede lo studio dell’inquinamento luminoso per individuare le migliori zone per l’osservazione delle stelle, mentre quello del team Junior prevede la costruzione di un gioco (Virus e alieni sul pianeta Reflex).

Sono ben accetti volontari che possano dare una mano…

 

 

Avanzamento di versione per Fedora

Oggi ho aggiornato Fedora 24 a Fedora 25.

Per prima cosa fate un back-up (cosa che comunque è cosa da fare con regolarità) perché qualcosa potrebbe andare storto.

Poi aprite una finestra di terminale e dopo aver digitato su per avere i privilegi di amministratore in sequenza digitate i seguenti comandi

dnf --refresh update        #per aggiornare il sistema attuale

dnf system-upgrade download --refresh --releasever=25 --allowerasing  #per scaricare i pacchetti aggiornati

se tutto è andato a buon fine (vi chiederà di importare qualche chiave per i repository aggiornati), altrimenti dovete eliminare i pacchetti  “problematici”

dnf system-upgrade reboot  #per fare l’aggiornamento durante il prossimo riavvio

 

 

 

 

WordPress Beta – come provarla

Se qualcuno di voi vuole provare una versione Beta (ad esempio WordPress 4.7-beta4-39320), basta che installi il plugin WordPress Beta Tester, che permetterà di installare appunto le versioni Beta o di tornare ad una versione stabile.

Segnalo anche che sotto il menu Strumenti apparirà una nuova voce WordPress Beta Testing dove potete scegliere versioni beta più stabili o le ultime versioni rilasciate. Leggere con attenzione e prima di avventurarsi nell’uso di una Beta fare il back-up del proprio sito!!! Ogni malfunzionamento potrebbe essere disastroso., quindi mai usare una beta su su sito di produzione

 

 

Progetto stepper per Arduino

L’amico Luigi sta iniziando a fare piccoli esperimenti con una scheda Arduino, e dei motori passo-passo.
Questo è un esempio di uno sketch che fa avanzare il motorino passo-passo, conoscendo la sua velocità di rotazione, il numero di avanzamenti, e a quanti gradi corrisponde un avanzamento…


/*
Stepper Motor Control - one step at a time
This program drives a unipolar or bipolar stepper motor.
The motor is attached to digital pins 8 - 11 of the Arduino.

The motor will step one step at a time, VERY SLOWLY ...

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

The program tells the stepper to do a desired number of steps
only once. Arduino keeps looping, but does nothing after the
first loop is completed.

logical stream:

% ++++++++++ %
% i_do = 1 %
% ++++++++++ %
|
|<---------------------------------------------------|
V |
% ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ % |
% if i_do = 1 : motor does steps AND set i_do = 0 % ->-|
% else : do nothing %
% ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ %

i_do is initialized to 1, so that Arduino tells the stepper
to do the desired number of steps. Then i_do is set to 0,
so that nothing is done in the next loops.

Only the first call to loop() is active, while the following
are in idle.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

2016/11/19

*/

// include --------------------------------------------------
// include functions for the Stepper
#include <Stepper.h>

// constants ------------------------------------------------
// define constant parameters. They are integer CONSTANTS
// ( it is not possible to change the value of a variable declared
// with the const attribute. It is a read-only variable. Compiler
// returns an error if you try to change its value. )
// ( rpm is a long integer, a 32-bit integer, instead of 16-bit )
// Constants are :
// stepsPerRevolution : n. of steps in 360°
// numSteps : n. of desired steps
// rpm : motor speed (in rpm)
const int stepsPerRevolution = 200; // 360° / 1.8°
const int numSteps = 50;
const long int rpm = 150;

// initialization -------------------------------------------
// initialize the stepper library on pins 8 through 11:
Stepper myStepper(stepsPerRevolution, 8, 9, 10, 11);

// initialize counters and "logical" variables
int loopCount = 0; // initialized to 0 // number of non-idling loops
int i_do = 1; // initialized to 1 // if i_do = 1 --> do steps
// if i_do = 0 --> do nothing (but Arduino keeps looping)

void setup() {

// initialize the serial port:
Serial.begin(9600);

// set stepper speed (rpm):
myStepper.setSpeed(rpm);

}

void loop() {

// i_do = 1 only the first time loop() is called (because it has been initialized
// to 1). Before leaving loop(), i_do is set to 0, so that the program enters the
// if statement only once.

if ( i_do == 1 ) // entered the first time only
{
// increase the "non-idling loop" counter: from 0 to 1
loopCount = loopCount+1 ;

// tell the motor to do numSteps steps
myStepper.step(numSteps);
// serial print
Serial.print("steps: " );
Serial.println(loopCount*numSteps);

// set logical variable i_do to 0. Nothing is done in the following loops
i_do = 0 ; // set i_do = 0 to do it once

}

}

Installazione di DietPi su Raspberry

Dopo la chiacchierata con Bruno, oggi ho provato a installare DietPi su Raspberry….procedura abbastanza semplice (ma non così semplice come Raspbian).

Se volete provarla vi indico i passi iniziali.

dietpiDovete scaricare da dietpi.com facendo scorrere la pagina fino in fondo dove troverete il pulsante per scaricare il file  per il Raspberry. Lo mettete nella directory Scaricati, lo scompattate (è in formato 7z, non è detto che abbiate l’applicativo relativo) e otterrete un file in formato img…

A questo punto per installare su una scheda SD basta il comando, dopo aver smontato la scheda con il comando umount /dev/sdb1 e /dev/sdb2  ..verificate con il comando fdisk -l  che la SD sia /dev/sdb, simile a questo

dd bs=1M status=progress if=DietPi_v136_RPi-armv6.img of=/dev/sdb

Una volta finito, inserite la scheda nel Raspberry e avviatelo, DietPi si aggiorna, e dopo dovete settare con programmi testuali old-style alcune cose, non è difficile. Alla fine io ho scelto di installare Mate come desktop e adesso ho un sistema simil-Debian…ho avuto solo qualche difficoltà a settare il programma in italiano, ma se conoscete un minimo di linux basta editare il file /etc/locale…